Come disporre gli invitati al tavolo di nozze

Decorazioni, allestimenti, segnatavoli, quasi tutte le spose si assicurano maniacalmente che tutti questi elementi (e non solo) siano perfettamente coordinati.
Poi arriva il momento di scegliere la disposizione degli invitati al ricevimento nuziale e lì scoppiano le guerre, c’è gente che non si è più parlata per anni per lo sgarbo di essere stata messa a un tavolo piuttosto che in un altro.
Beh, per fortuna la tendenza wedding 2019 riguardo ai tavoli ti viene in aiuto in questa scomoda situazione.

Fino ad ora in Italia la scelta per la disposizione dei tavoli non lasciava molto spazio alla creatività. Tutti i tavoli (non contando talvolta quello degli sposi) erano uguali: tavoli rotondi, rettangolari oppure tavolata imperiale, ogni tanto un ricevimento con un ferro di cavallo, ma senza esagerare (che poi magari a seconda di dove lo guardi porta bene o porta male).

Il 2019 vede molta più elasticità e dinamismo nella disposizione dei tavoli in sala. Sceglierli con accuratezza è un passaggio da non sottovalutare perchè cambieranno totalmente il colpo d’occhio degli invitati quando entreranno in sala.

L’icona del settore wedding Martha Stewart consiglia di capire innanzitutto le proprie necessità. “Rotondo, rettangolare e quadrato sono le opzioni più popolari e ognuna si adatta a un diverso tipo di celebrazione. Per rendere le cose più complicate, ci sono variazioni all’interno di questi gruppi. Ad esempio, puoi decidere di avere un tavolo da re, in cui voi sposi sedete da un lato e fronteggiate il ​​resto dei vostri ospiti. Vuoi qualcosa di diverso? Tavoli a serpentina possono essere l’opzione per te. Puoi anche mescolare più tipi di tavolo per creare un look che si adatta meglio al tuo spazio.

Per creare un tablespace davvero sorprendente, devi prima scegliere i tavoli giusti.

Dopo aver appreso le opzioni disponibili, dovrai pensare a quale tipo di tavolo ha più senso per lo stile del tuo matrimonio e per i tuoi ospiti. Per una festa intima , un tavolo lungo potrebbe avere più senso, ma se fai una grande festa e hai bisogno di ospitare 200 partecipanti, un mix di tavoli rotondi e rettangolari potrebbe essere l’opzione migliore per ottenere il massimo dal tuo spazio.

I tavolini Sweetheart ospitano solo la coppia felice, mentre i banchi di testa ospitano gli sposi e i loro VIP. 

oto: newbury photography
foto: bharat parmar
foto: bella wang

Mentre la scelta fra i due tipi di tavolo per gli sposi sarà diversa in base alla tua situazione personale, una cosa rimane la stessa in entrambi i casi: se scegli di avere posti a sedere speciali, vorrai che nella sala risaltino.”

foto: northcountryvintage

Durante la fase di progettazione, per rendere il tavolo riservato un punto focale, utilizzo diverse strategie in base alla location del ricevimento della coppia di sposi e al design del loro evento. In alcuni casi abbiamo (sì, “abbiamo” e non “ho”, perché per ogni scelta mi confronto con gli sposi)
Optato per sedute decorate appositamente, talvolta le sedie stesse erano importanti e diverse dagli altri oppure un po’ sopraelevate, mentre in altri casi alle spalle del loro tavolo c’era uno sfondo incredibile (i backdrop floreali sono molto apprezzati).

fonte: WeddingWire


REGOLE D’ORO PER DISPORRE GLI INVITATI AL RICEVIMENTO:


Capita talvolta che i proprietari di location o i wedding planner interni ad essa, pur di accontentarvi, diciamo così, sovrastimino la portata della sala. La conseguenza è che poi i tavoli risulteranno molto accalcati permettendo giusto giusto il passaggio dei camerieri. Ma se loro ci passano a malapena come faranno passeggini, disabili, persone anziane o invitati corpulenti? Per non parlare del tuo abito da sposa. Immaginati nel tuo meraviglioso vestito, con una gonna ampia, uno strascico o in preziosissimo pizzo, completamente ricamato a mano, camminare tra un tavolo e l’altro per salutare tutti i presenti…e impigliandoti di qua e di là, col rischio concreto di strapparti l’abito di dosso. Non dovrà essere una lotta agli ostacoli, deve esserci lo spazio sufficiente per voi, i camerieri e gli invitati. Ogni invitato, secondo le regole del bon ton, dovrebbe stare seduto distante dall’altro di circa 70 centimetri.

Sicuramente molto difficile riuscire a far sedere 100 invitati in tavoli esattamente da 10 senza scontentare nessuno. La tendenza wedding 2019 di avere tavoli misti però, ti aiuta moltissimo nel fattore compatibilità degli ospiti, potrai infatti riservarti la possibilità di avere a disposizione qualche tavolo in più per creare gruppi più piccoli di persone o poterne separare altre. In questo modo potrai riempire i tavoli senza lasciare troppi posti vuoti.

Importante pensare a dove sarà un eventuale punto focale della stanza, come la pista da ballo o lo schermo di un proiettore. Se vuoi che tutti abbiano una buona visuale, bisogna fare in modo di disporre i tavoli in maniera armonica attorno a quel punto focale, così tutti potranno godersi lo spettacolo ad esempio del vostro primo ballo e dopo un po’ prendervi parte!

Pensa allo scopo della stanza: dovete solo mangiare o la userete anche per gli intrattenimenti? Come può la disposizione dei tavoli aiutarti a raggiungere al meglio quello scopo?

Oltre ai tavoli per mangiare potrebbe essere necessario considerare anche lo spazio per tavoli supplementari destinati a vari extra: guestbook, sweet table, bomboniere…

Conoscendo queste regole per la disposizione dei tavoli nella sala del ricevimento di nozze siamo pronti per scegliere la forma più appropriata. Prima però armati di carta e penna e traccia uno schema della sala, dove si trovano le uscite dei camerieri, bagni, ecc.
Tieni conto che sarà necessario facilitare l’accesso al buffet (se previsto) e in quel caso prevedere sempre tavoli buffet (o isole gastronomiche) ben separati tra loro per evitare code.

fonte: kpopsurf

Questo articolo ti è stato d’aiuto? Scrivilo qui sotto nei commenti, la tua opinione mi aiuta a fornirti sempre nuove informazioni utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *