L’amore al tempo del coronavirus

A causa dell’emergenza coronavirus sono tanti i futuri sposi che si domandano come comportarsi con un matrimonio in zona rossa. C’è chi rimanda a data da destinarsi e chi, preso dallo sconforto, annulla e basta. A chi domanda – Vi sposerete più in lá? – viene risposto tetramente – Non lo so. Forse non era destino -.

Sono dell’opinione che ognuno il destino se lo crei, anche se a volte una dose di fortuna non guasta.

ANNULLARE O SPOSTARE LA DATA DEL MATRIMONIO IN ZONA ROSSA?

E’ abbastanza scontato, ma per sicurezza preferisco sottolinearlo, se tutti gli sposi in questo momento annullassero la data e richiedessero indietro gli anticipi, l’intero settore del matrimonio verrebbe messo in ginocchio. Significa la chiusura di aziende intere, è chiaro il concetto?
Parliamo ora dei pro e contro di spostare la data delle nozze. Se non avete urgenza di sposarvi, spostare la data del matrimonio è la scelta migliore per fare stare tutti più tranquilli e in sicurezza (voi, gli invitati e i fornitori). Certo, scegliere un’altra data, può significare che qualche fornitore ce l’abbia già prenotata, ma fino al 3 di Aprile (lo sapete vero che non dovete andarvene a zonzo, ma starvene a casa?!) avete tutto il tempo per trovare una soluzione che vada bene a tutti. O confrontarvi con la vostra wedding planner affinchè trovi una soluzione.

La situazione non é delle migliori, é inutile che ci giriamo attorno, ma cosa si può fare? Innanzitutto penso che questa situazione sia un‘ottima occasione per riscoprire il vero significato della vostra relazione di coppia e dei motivi per cui vi sposate. Lungi da me farvi terapia di coppia, non é il mio lavoro, dico soltanto che può essere un buono spunto per confrontarsi e crescere assieme.

Il mio lavoro é organizzare eventi coinvolgenti. É possibile farlo anche in tempo di coronavirus? Certo che sí.

COSA FARE SE NON VUOI RIMANDARE LA DATA DELLE NOZZE

Al momento tutte le cerimonie religiose sono sospese fino al 3 aprile, quelle in comune possono svolgersi in forma ristretta. Se per la data delle vostre nozze fossero ancora attivi lo stato di emergenza e le relative misure restrittive, ma fosse nuovamente possibile sposarsi, optare per un matrimonio intimo con pochi invitati e all’insegna della tecnologia sarebbe una mossa vincente.
Ovviamente anche durata e logistica sarebbero da rivedere completamente, ma intanto ecco 6 idee.

CERIMONIA IN DIRETTA. Chiedete al vostro fotografo di portare un’assistente in più che si occupi delle riprese live.  Create una stanza online dove tutti i vostri parenti e amici possano collegarsi e seguire la vostra unione. Inoltre, in questo modo, le letture potranno essere lette dai parenti anche da casa loro.

CERIMONIA SIMBOLICA ALL’APERTO. Invece del rito civile in una sala del Comune optate per una cerimonia all’aperto in un luogo dove si possano rispettare le distanze di sicurezza. Le firme in comune potrete farle in un altro momento anche a distanza di tempo.

VICINI ANCHE SE LONTANI. Fatevi mandare dai vostri invitati delle loro foto, incorniciatele e mettetele sulle sedie attorno a voi. Il punto in più? Chiedete loro di fotografarsi mentre vi mandano un bacio o fanno facce buffe cosí ogni occhiata vi strapperá un sorriso e si eviterá l’effetto cimitero. Su, su é un matrimonio, bisogna stare allegri.


RICEVIMENTO. Diciamoci la veritá: passare un’ora a guardarvi mangiare non sarebbe molto interessante, ma se mangiaste assieme? Parlate col vostro catering per cambiare il menù affinché possa essere mangiato freddo o facilmente riscaldato a casa. Fate pervenire a casa dei vostri invitati una bella e sostanziosa lunch box che consumeranno assieme a voi. L’elemento TOP? Avere un addetto che moderi e amministri la conference live e permetta man mano alle persone di parlare cosí che siate tutti assieme senza confusione.

wedding lunch box per un matrimonio in zona rossa
photo: kvkobephotography
wedding lunch box
credit: parkhyoshinplanet


FOTO DI GRUPPO. Tutti gli invitati manderanno una propria fotografia, scattata seguendo poche semplici regole, al fotografo. Sará poi suo compito montarle tutte assieme per creare una bellissima foto di gruppo da stampare in un quadro da tenere a casa e vicino al cuore.

GUESTBOOK. Chiedi ai tuoi invitati di scattarsi una foto e stamparla su una cartolina (online ci sono tanti servizi che lo fanno, ma anche tanti negozi di fotografi). Dietro di essa potranno scrivervi una dedica e inviarla per un originalissimo album degli invitati.

fotografie in formato cartolina
credit: artifactuprising


Spero che queste 6 idee per poter celebrare un matrimonio in zona rossa siano servite per alleggerirvi di qualche pensiero, ma se avete bisogno di confrontarvi ulteriormente scrivetemi a info@matrimonio5sensi.com e sarò felice di aiutarvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *