Matrimonio intimo con pochi invitati

La scelta di fare un matrimonio intimo è molto diffusa all’estero, ma sta prendendo sempre più piede anche in Italia. In questi giorni di emergenza globale data dal coronavirus, sono tante le coppie nel mondo (dove le restrizioni lo permettono) che scelgono di sposarsi con pochi invitati. Nello scorso articolo vi ho svelato 6 modi per rendere coinvolgenti delle nozze intime accorciando le distanze con gli invitati lontani.


Oggi invece voglio condividere con voi una piccola guida per un matrimonio intimo e riservato senza rinunciare a suggestioni dal grande impatto emotivo.

Potreste pensare che questo tipo di cerimonia si adatti solo a nozze low cost, ma non è assolutamente così. Stile ed eleganza non sono proporzionali al numero di invitati, anzi al contrario la maggior parte di questi tipi di eventi si caratterizzano per formalità e lusso.

Indipendentemente dallo stile e dal tono delle vostre nozze, un matrimonio con pochi ospiti è adatto a chi:

–           è riservato e vuole condividere questo nuovo viaggio solo con le persone più care

–           sogna un matrimonio unico e commovente

–           si sente ribelle e rifiuta vincoli e costrizioni

–           ha già alle spalle un matrimonio in pompa magna e ora desidera qualcosa delle seconde nozze più intime

Matrimonio 5 sensi

VANTAGGI DI UN MATRIMONIO CON POCHI OSPITI


Avete più tempo da dedicare agli invitati e per godervi la festa. Forse vi sembrerà assurdo o esagerato, ma sono tantissime le spose che a fine giornata non hanno idea di cosa sia successo. L’emozione e le continue richieste di attenzioni da parte di parenti e amici fanno sì che il tempo da dedicare a tutto e tutti sia davvero poco. E’ così che capita ad esempio, che vi dimentichiate di farvi uno scatto al photo booth anche se ci tenevate tanto.

Matrimonio 5 sensi

Fate la valigia e partite. Se gli invitati sono pochi la logistica dei mezzi di trasporto è molto semplificata è può darvi l’occasione di spostarvi tutti assieme anche a una grande distanza. Ad esempio organizzare un destination wedding nel paese dei vostri sogni, unendo una piccola vacanza assieme ai vostri cari sarà un ricordo davvero speciale e unico. Siete una coppia romantica e ribelle? Valutate un elopement, una fuga d’amore solo voi e i testimoni.

Ishan @seefromthesky

Dite addio a futili tradizioni. Detestate cose come i balli di gruppo e il lancio della giarrettiera? E’ la vostra occasione per eliminarli senza pensarci troppo.

Meno persone, più divertimento. E’ plausibile che in un matrimonio intimo gli invitati si conoscano tutti fra di loro. Questo eviterà di vedere in giro i soliti gruppetti che fra di loro non si parlano. Un gruppo coeso significa anche meno inibizioni e più voglia di divertirsi.

Meno confusione, maggiore efficienza. E’ inevitabile che quando il personale di sala deve seguire centinaia di persone si creino problemi che indispongono gli ospiti. Possono essere anche cose piccole come un’acqua arrivata solo dopo averla richiesta varie volte, richieste non accontentate, ritardi delle portate. Cose piccole, viste nel complesso dell’organizzazione, ma dal punto di vista degli ospiti saranno pecche gigantesche. Uno sposalizio intimo permetterà una maggiore efficienza nel servizio di tutti i fornitori.



TRUCCHI ED ERRORI DIETRO UN MATRIMONIO INTIMO


Tagliate sulla lista degli invitati. Eliminate chi non avete visto, né sentito negli ultimi 6 mesi. Poco importa se persone di cui non conoscete nemmeno la faccia se la prenderanno a male per non essere state invitate. Pensate a quando dovete comunicare una notizia importante, a chi volete dirla subito? Scrivetevi i nomi, questi sicuramente non dovranno mancare al vostro grande giorno.

Glenn Carstens-Peters

Scegliete una location proporzionata. Mega villoni e castelli sono poco adatti a nozze intime, meglio optare per residenze d’epoca o per location particolari e insolite. Alessandra e Massimiliano ad esempio avevano optato per un destination wedding sulla spiaggia di Barcellona.

Matrimonio 5 sensi

Ripensate i tradizionali momenti di gruppo. Mi riferisco a istanti che fanno parte della cultura nuziale come il trenino o il lancio del bouquet, che con pochi invitati perdono un po’ di senso. Ripensateli in chiave più piccola. Ad esempio se c’è una sola ospite nubile potreste donare il prezioso ricordo di buon auspicio direttamente senza lanciarlo. Oppure nel caso del trenino optare come alternativa a un bel cerchio. Insomma, ammesso che non li odiate già di vostro non c’è bisogno di eliminare questi momenti, basta ripensarli.

OC Gonzalez

Organizzazione fai-da-te? Alcuni, compresi pseudo giornalisti del settore che evidentemente non hanno nessuna cognizione di causa, pensano che a un matrimonio con pochi invitati non serva un supporto per l’organizzazione. E’ un po’ come dire che se il bambino sta bene non hai bisogno del ginecologo per partorire. Già, ma come sai che sta bene? Come ti comporterai se ci sarà un imprevisto? La sensorial designer sicuramente non è fondamentale per sposarsi, ma è un formidabile alleato contro stress, imprevisti, rapporto con i fornitori, gestione della time line, info point per gli invitati. Senza contare che organizzando matrimoni per lavoro conosce bene tutti quegli elementi che distinguono un evento di successo da uno “alla buona” e a cui voi non avreste mai pensato. Occhio infine ai dettagli: meno ospiti significa maggiore attenzione verso i dettagli, vi sentite all’altezza della sfida?

made: Emozioni di carta

Progettate dal grande al piccolo. In un mini matrimonio è un grosso errore dare qualcosa per scontato. Uno degli errori più frequenti è innamorarsi di allestimento visto su una mega sala, desiderarlo per le proprie nozze e non pensare a come sarà in scala più piccola. Purtroppo il risultato è spesso deludente. Tutto deve essere contestualizzato per capire se quelle soluzioni vi piaceranno lo stesso o no.

made: Stefania Manzoni

Alternative al menù. Con pochi invitati fare un menù di nozze non avrebbe molto senso. Immaginate la scena: 10 invitati e uno è celiaco, l’altro vegetariano, quell’altro intollerante…insomma un inferno per lo chef. Se farete il ricevimento in un ristorante meglio optare per un ordinazioni alla carta. Altre soluzioni raffinate in base a location e logistica dell’evento possono essere organizzare un cocktail party, un buffet o perché no? Un elegante aperitivo in un’antica sala da thè. Se poi questa bevanda è il fil rouge del tuo matrimonio puoi trarre delle interessanti ispirazioni anche dalle nozze a tema giappone.

五玄土 ORIENTO

Se desiderate il mio aiuto per l’organizzazione delle vostre nozze intime, ma allo stesso tempo coinvolgenti grazie alla stimolazione dei sensi sono a vostra disposizione.
Scrivetemi per fissare un appuntamento, faremo una chiacchierata senza impegno per conoscerci, parlare dei vostri desideri e studiare insieme una strategia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *